Venerdì 11 Settembre

NESSUN DESTINO È GIÀ SCRITTO

Area talk ore 18:30

Un approfondimento sulle migrazioni che mette a confronto profili diversi e diversamente impegnati nella tutela, nei diritti e nell'emancipazione dei rifugiati, dei migranti, degli invisibili. Con Diletta Bellotti (attivista per i diritti dei braccianti), Magali Berardo (agente musicale), Caterina Ciufegni (medico cooperante), Francesca Piccin (cooperante con diverse Organizzazioni Internazionali), Peppe Provenzano (ministro per la coesione territoriale). E con la partecipazione di Fausto Ferruzza (presidente Lega Ambiente Toscana).

L’ingresso è gratuito contingentano. Posti limitati.
Apertura porte ore 17:30

FLAME PARADE

I Flame Parade si formano nel 2012 in una casa colonica nella campagna toscana, dove hanno modo di sperimentare tutte le loro attitudini new folk e affinare un sound sempre più contemporaneo. La band esprime forme originale di un indie rock contemporaneo e raffinato. Suoni e atmosfere traggono linfa dalle radici new folk, per germogliare in un’attitudine pop di respiro internazionale. 𝘊𝘰𝘴𝘮𝘪𝘤 𝘎𝘢𝘵𝘩𝘦𝘳𝘪𝘯𝘨, il loro ultimo lavoro, è stato una delle sorprese del 2020.

"'Cosmic Gathering' è un raduno alle porte delle stelle, un ritorno nel guscio dei propri sogni fatti di musica raffinata e irresistibile" - Spazio Bianco

LUCIO CORSI

Lucio Corsi è la nuova espressione del cantautorato italiano. I suoi testi sono racconti che sembrano favole. Il suo linguaggio immaginifico, evocativo e sempre ispirato colora la scena musica italiana con sonorità orchestrali e riff più glamour che evocano David Bowie. Il suo ultimo lavoro “Cosa faremo da grandi?” è uno dei dischi più applauditi del 2020 e il suo live, in una dimensione ispirata a Neil Young, uno dei più attesi.

"Cosa faremo da grandi è un inno alla semplicità e alla complessità delle cose, dell’essere umano e delle emozioni” - XL Repubblica