46 Days

VENERDì 7 SETTEMBRE

THE BLOODY BEETROOTS Live

Il progetto di Sir Bob Cornelius Rifo è da annoverare tra le eccellenze italiane all’estero, un punto di riferimento per la musica elettronica internazionale. Vanta collaborazioni di prim’ordine, tra cui Paul McCartney che lo ha fortemente voluto. Uno stile che fonde l’elettronica con vari generi come pop, punk, musica classica ed hip hop, i suoi live si distinguono per l’energia e l’intensità, un’adrenalina che si riversa sul palco del Live Rock Festival.

Non si può cavare il sangue da una rapa, dice il proverbio, un proverbio che però non tiene conto di Bloody Beetroots, uno che di sugo musicale ne ha molto. [REPUBBLICA]

Uno dei produttori più rivoluzionari ed originali. [EDM]

Rifo è uno dei migliori artisti della musica elettronica. [CONSEQUENCE OF SOUND]

Leggi tutto...

BLACK BEAT MOVEMENT

Lo storico collettivo Milanese finalmente nell’anno del suo ritorno, pronto a conquistare pubblico e critica. Le forti influenze hip hop, jazz e soul che caratterizzano i vari membri si riuniscono in quella che viene definita black music, genere che non farà altro che farci ballare e trasportarci in un altro mondo.
Ci troviamo di fronte, senza alcun di dubbio, a un album suonato, anzi suonatissimo: ma d'altronde non ci si poteva aspettare niente di altro dai Black Beat Movement che hanno fatto della dimensione live la loro cifra stilistica. [ROCKIT]
Un perfetto intreccio di soul, funk e hip hop, pronto a diffondere vibrazioni positive nell'equilibrio precario in cui stiamo vivendo. [ROLLING STONES]

Leggi tutto...

HIT-KUNLE

L’album di esordio degli Hit-Kunle è una trama fitta di influenze che vuole prescindere dalle definizioni, come si evince già dal nome della band, fusione tra il termine inglese “HIT” e la parola yoruba ( dialetto parlato in Nigeria) “KUNLE”. I brani sono composti dalla giovane Folake Oladun, classe 1995, italiana di origini nigeriane, che nel progetto ha fatto confluire le anime musicali europea e africana per un risultato all’insegna di un groove secco eppure immerso in atmosfere calde ed energiche.
Un insieme di colori e balli dove la frontwoman di origini nigeriane, Folake Oladun, è la protagonista incontrastata. [WIRED]
Un melting pot di influenze, che attinge arbitrariamente dal mondo afro-latin, così come dal soul, dal rock e dal punk. L'elemento unitario è il groove. [ROCKOL]

Leggi tutto...